A+ A A-

Lectio Divina

 

Metodo Lectio divina

Entro in preghiera:

PACIFICANDOMI:

Con un momento di preghiera rivolta allo Spirito Santo (Gloria al Padre…)

Respirando lentamente

Pensando che incontrerò il Signore

Chiedendo perdono delle offese fate e perdonando di cuore quelle ricevute

METTENDOMI ALLA PRESENZA DI DIO:

Faccio un segno di croce

Per lo spazio di un Pater guardo come Dio mi guarda

Faccio un gesto di riverenza

Inizio la preghiera in ginocchio o come più mi aiuta, chiedendo al Padre, nel nome di Gesù lo Spirito Santo, perché il mio desiderio, la mia volontà, la mia intelligenza e la mia memoria siano ordinati solo a lode e a servizio suo.

Mi raccolgo:

Immaginando il luogo in cui si svolge la scena da considerare

Chiedo al Signore ciò che voglio:

Sarà il dono che quel brano del vangelo mi vuole fare e che corrisponde a quanto Gesù fa o dice in quel racconto.

Medito e/o contemplo la scena:

Leggendo lentamente il testo, punto per punto.

Sapendo che dietro ogni parola c’è il Signore che parla a me

Usando: la memoria per ricordare, l’intelligenza per capire, la volontà per desiderare, chiedere, ringraziare, amare

n.b. : non avrò fretta , non occorre fare tutto, è importante sentire e gustare interiormente, sosto dove e finché trovo frutto, ispirazione, pace e consolazione; avrò riverenza più grande quando, smettendo di riflettere, inizio a parlare con il Signore

5) Concludo:

- con un colloquio con il Signore da amico ad amico su ciò che ho meditato

- finisco con una preghiera (tipo Padre Nostro)

- esco lentamente dalla preghiera

n.b. : dopo aver pregato, rifletterò brevemente su come è andata chiedendomi:

- se ho osservato il metodo

- se è andata male perché

- quale frutto o mozioni spirituali ho ricevuto

Preghiera per le vocazioni nella Chiesa

O Dio, origine fonte di ogni missione nella Chiesa, che conosci l’ampiezza della mèsse e i frutti che si possono raccogliere, chiama nuovi servitori nella Chiesa di Roma, a continuare l’opera del tuo Figlio, nell’annuncio e nella testimonianza del tuo Regno. Dona sempre al tuo popolo anime generose che, con la forza dello Spirito e l’esempio della loro vita, scuotano la falsa pace delle coscienze e la ridestino agli impegni della rinascita battesimale.

Non ci preoccupa, o Padre, la pochezza e la piccolezza dei tuoi operai di fronte alla vastità della missione, perché abbiamo fede che tu non farai mancare gli aiuti necessari affinché a tutti gli uomini sia portato il Vangelo di salvezza. A noi affidi il compito della preghiera, per farci carico della tua inquietudine nel silenzio e nella intercessione, nella lode e nel rendimento di grazie.

Il sussurro che dal nostro cuore si eleva a te nella soavità dello Spirito ci renda simili al tuo Figlio; fortifichi la fede nella tua Provvidenza, infonda la speranza nel tuo cuore di Padre, ci infiammi di amore nella comunione con Te. Tu sei benedetto nei secoli dei secoli. Amen.

 Mino da Fiesole e Giovanni Dalmata ( XV sec )

Melchisedek offre pane e vino ad Abramo,

particolare dell’Altare della Sacrestia della Basilica di San Marco, Roma

Amici, sposi, giovani famiglie ...

OGNI SECONDA DOMENICA DEL MESE

 

 

ORE 10.00  

condivisione di temi di spiritualità liturgica                                     

 

ORE 12.00  

Eucarestia domenicale in basilica                                                             

 

ORE 13,00  

condivisione fraterna