A+ A A-

Settimana 22-28 aprile 2018

 

 

In questa domenica la liturgia presenta il popolo di Dio come un umile gregge di fedeli, che si affida al suo Pastore, Gesù risorto. Si tratta di seguire questo Pastore con fedeltà e costanza, di riconoscere la sua voce e di lasciarci condurre da lui alla salvezza. - Oggi si celebra la 55ma Giornata di preghiera per le vocazioni. Tema: «Dammi un cuore che ascolta».

IL BUON PASTORE HA CURA DELLE SUE PECORE

Commento - Disegno: Stefano Pachì

Il Signore Gesù Cristo, Pastore grande delle pecore, è morto e risorto per stabilire con l’umanità un’alleanza eterna. Il messaggio contenuto nella Lettera agli Ebrei indica che Dio ha voluto collegare la funzione “pastorale” di Gesù al suo donarsi alla morte per ristabilire la vita vera, quella dei risorti (II Lettura). Gesù aveva mostrato la possibilità di rinnovare la vita attraverso i suoi miracoli, donando anche agli apostoli la capacità di operare essi stessi prodigi, così negli Atti degli Apostoli. Ristabilire in salute un uomo infermo è un segno di amore, ma non fine a se stesso: anticipa quel rialzarsi definitivo che l’uomo sperimenterà nella risurrezione dell’ultimo giorno. E perché la risurrezione sia per la vita, abbiamo un Pastore che ci guida e sostiene, e noi possiamo – come pecore del suo gregge – ascoltare la sua voce e imparare sempre più a conoscerlo (Vangelo). Così facendo, saremo partecipi del disegno di Dio che vuole salvi tutti gli uomini e l’intera creazione e, ciascuno secondo la propria vocazione, collaboreremo a quest’opera di salvezza perché tutti siamo riuniti in Cristo come unico gregge.

IV SETTIMANA DI PASQUA

23 L    S. Giorgio, martire. Memoria (rosso). L’anima mia ha sete di Dio, del Dio vivente. Gesù Cristo è l’unica porta attraverso la quale possiamo entrare per rimanere con Dio. In nessun altro nome c’è la salvezza e la gioia, in nessun altro il senso della nostra vita. At 11,1-18; Sal 41,2-3 e 42,3-4; Gv 10,1-10.

24 M   Conversione di Sant’Agostino. Memoria (bianco). Genti tutte, lodate il Signore. Dobbiamo diventare le pecore che riconoscono la voce del loro pastore per seguire Lui solo. È un vero dialogo d’amore quello che Gesù propone ai suoi discepoli. At 11,19-26; Sal 86,1-7; Gv 10,22-30.

25 M   S. Marco evangelista. Festa (rosso). Canterò in eterno l’amore del Signore. Il dovere di ogni cristiano è annunciare a tutti gli uomini il Vangelo di Gesù Cristo, la Buona notizia di sentirsi amati e salvati da nostro Signore, perché tutti hanno il diritto di conoscere la salvezza. 1Pt 5,5b-14; Sal 88,2-3.6-7.16-17; Mc 16,15-20.

26 G    B.V.M. Madre del Buon Consiglio. Memoria (bianco). Canterò in eterno l’amore del Signore. C’è un legame profondo fra il discepolo e Gesù Cristo, e questo legame inserisce ciascuno di noi nella dinamica della relazione tra il Padre e il Figlio, nel mistero stesso della Trinità. At 13,13-25; Sal 88,2-3.21-22.25.27; Gv 13,16-20.

27 V    Tu sei mio figlio, oggi ti ho generato. Che gioia sapere che nella casa del Padre ci sono molte dimore! Vuol dire che ciascuno di noi ha un posto riservato nel Regno di cieli e questo ci dona una grande forza e una grande speranza. At 13,26-33; Sal 2,6-11; Gv 14,1-6.

28 S     Tutti i confini della terra hanno veduto la vittoria del nostro Dio. Gesù Cristo è la rivelazione unica e definitiva del Padre, l’unico che ce lo può mostrare. Non possiamo conoscere Dio in sé stesso, nella sua essenza, ma solo per come si è rivelato a noi nel Figlio suo. At 13,44-52; Sal 97,1-4; Gv 14,7-14.


 

  1. Info
  2. Orario
  3. Confessioni

 

 

 ORARI DI APERTURA DELLA BASILICA

 

 

SABATO E FESTIVI

10,00 - 13,00

16,00 - 20,00

DAL MARTEDI AL VENERDI

10,00 - 13,00

16,00 - 18,00

NEL MESE DI AGOSTO

16,00 - 20,00

Orari di apertura
segreteria Parrocchiale

DAL MARTEDI AL SABATO

11,00 - 13,00

16,00 - 18,00

NEL MESE DI AGOSTO

16,00 - 19,00

IN BASILICA

Prefestiva  ore 19,30

Domenica e Feste di precetto  ore 12,00  (sospesa da giugno a settembre)  e 19,00

 

ALLA MADONNELLA

dal lunedì al venerdì
ore 7,30 e 19,30

sabato    ore 7,30

 

ADORAZIONE EUCARISTICA
SILENZIOSA
ALLA MADONNELLA

dal lunedì al venerdì

ore 08,00 -  12,00
        16,00 - 19,00

 

ALLA MADONNELLA
dal lunedì al venerdì

ore 07,00   Celebrazione delle Lodi

ore 12,00   Celebrazione dell'Ora Media

ore 19,00   Celebrazione dei Vespri

ore 18,00   Domenica e festivi, Celebrazione dei II Vespri

MADONNELLA

dal lunedi al venerdi

18,00 - 19,00

IN BASILICA

durante le Sante Messe

 

Prossimamente

Omelia di S. Giovanni Paolo II
in visita a S. Marco

Domenica 29 dicembre 1985                                            

Newsletter

Vuoi ricevere informazioni dalla Basilica di S. Marco su incontri in calendario o eventi?


Receive HTML?

Sign In or Create Account