A+ A A-

Settimana 18 - 24 Febbraio 2018

 

Il cristiano è colui che lotta contro il maligno e, unito a Cristo, ottiene la vittoria. Questa lotta è il nostro impegno lungo il tempo quaresimale. La vittoria è il frutto della grazia del nostro Battesimo.

NON DI SOLO PANE VIVE L’UOMO MA DI OGNI PAROLA DI DIO   

Commento - Disegno: Stefano Pachì 

L’arcobaleno, ben visibile dopo un temporale, diventa nel racconto biblico del diluvio «il segno dell’alleanza tra Dio e la terra». La santità di Dio è incompatibile con il male, ma non elimina l’uomo, sua “immagine”, che considera suo “alleato” per sempre (I Lettura) fino a unirlo con sé in Cristo, incarnato, morto e risorto per noi «per ricondurci a Dio». «Reso vivo nello Spirito», Gesù porta, dunque, la salvezza a tutta l’umanità. Da strumento di morte nel diluvio, l’acqua diventa così «figura del battesimo, che ora salva», «invocazione di salvezza rivolta a Dio» (II Lettura). All’inizio della sua vita pubblica, lo Spirito vivificante, disceso su Gesù al Giordano, «lo sospinge nel deserto», per distruggere il regno di Satana. Marco mostra che Satana nulla può conto di lui; le sue tentazioni non lo raggiungono. La violenza del male è infranta: Gesù «stava con le fiere e gli angeli lo servivano». Con Gesù tutto è cambiato: «il regno di Dio è presente», Satana non regna più. Questo è il Vangelo che Gesù annuncia e al quale dobbiamo “credere”, all’opposto di coloro che «avevano un tempo rifiutato di credere» (Vangelo).

   I SETTIMANA DI QUARESIMA  

19 L    Le tue parole, Signore, sono spirito e vita. Sono le opere che compiamo in questa vita che decidono le sorti di quella eterna. Ogni gesto ha una ripercussione illimitata: racchiuso in Dio non va perduto. Lv 19,1-2.11-18; Sal 18,8-10.15; Mt 25,31-46.

20 M Il Signore libera i giusti da tutte le loro angosce. Gesù raccomanda di non sprecare parole nella preghiera, ma di costruire una relazione con Dio: chiamandolo “Padre” noi diciamo che è vicino a noi, lo accogliamo nel nostro orizzonte. Is 55,10-11; Sal 33,4-7.16-19; Mt 6,7-15.

21M   Tu non disprezzi, o Dio, un cuore contrito e affranto. Le folle cercano un segno palese per credere in Gesù. Egli presenta invece il segno di Giona, simbolo nel suo mistero pasquale: il segno della sua morte e risurrezione. Gn 3,1-10; Sal 50,3-4.12-13.18-19; Lc 11,29-32.

22 G   Cattedra di S. Pietro apostolo. Festa (bianco). Il Signore è il mio pastore: non manco di nulla. Pietro riconosce in Cristo il Figlio di Dio: Gesù conferma con le sue parole l’intuizione dell’apostolo e l’affermazione di fede sarà di guida anche per gli altri nella sequela. 1Pt 5,1-4; Sal 22,2-6; Mt 16,13-19.

23 V   Se consideri le colpe, Signore, chi ti può resistere? Una giustizia più grande è richiesta ai discepoli, in cui l’amore e il rispetto, come quelli di Dio, sono l’unica autorità a cui obbedire. Per questo anche le sfumature saranno importanti. Ez 18,21-28; Sal 129,1-8; Mt 5,20-26.

24 S    Beato chi cammina nella legge del Signore. Amare i nemici è la sfida del cristiano che non parte dal suo sentimento, ma dall’amore stesso di Dio che abita nel suo cuore. Solo questo permette un amore che non si ferma agli amici. Dt 26,16-19; Sal 118,1-2.4-5.7-8; Mt 5,43-48.


 

  1. Info
  2. Orario
  3. Confessioni

 

 

 ORARI DI APERTURA DELLA BASILICA

 

 

SABATO E FESTIVI

10,00 - 13,00

16,00 - 20,00

DAL MARTEDI AL VENERDI

10,00 - 13,00

16,00 - 18,00

NEL MESE DI AGOSTO

16,00 - 20,00

Orari di apertura
segreteria Parrocchiale

DAL MARTEDI AL SABATO

11,00 - 13,00

16,00 - 18,00

NEL MESE DI AGOSTO

16,00 - 19,00

IN BASILICA

Prefestiva  ore 19,30

Domenica e Feste di precetto  ore 12,00  (sospesa da giugno a settembre)  e 19,00

 

ALLA MADONNELLA

dal lunedì al venerdì
ore 7,30 e 19,30

sabato    ore 7,30

 

ADORAZIONE EUCARISTICA
SILENZIOSA
ALLA MADONNELLA

dal lunedì al venerdì

ore 08,00 -  12,00
        16,00 - 19,00

 

ALLA MADONNELLA
dal lunedì al venerdì

ore 07,00   Celebrazione delle Lodi

ore 12,00   Celebrazione dell'Ora Media

ore 19,00   Celebrazione dei Vespri

ore 18,00   Domenica e festivi, Celebrazione dei II Vespri

MADONNELLA

dal lunedi al venerdi

18,00 - 19,00

IN BASILICA

durante le Sante Messe

 

Omelia di S. Giovanni Paolo II
in visita a S. Marco

Domenica 29 dicembre 1985                                            

Newsletter

Vuoi ricevere informazioni dalla Basilica di S. Marco su incontri in calendario o eventi?


Receive HTML?

Sign In or Create Account