Il prossimo 4 settembre Giovanni Paolo I sarà beato.

 
 La celebrazione si svolgerà in Piazza San Pietro alle ore 10.30 e sarà presieduta da Papa Francesco.

Un momento molto atteso non solo a Roma, ma anche in Veneto, regione di origine di Albino Luciani – nacque infatti a Canale d’Agordo il 17 ottobre 1912 –, dove iniziò il suo servizio come sacerdote prima e patriarca di Venezia poi. La petizione per la Beatificazione verrà infatti letta dal vescovo della diocesi di Belluno-Feltre, monsignor Renato Marangoni, in quanto eccezionalmente sede della Causa di canonizzazione del venerabile Giovanni Paolo I; con lui ci saranno il postulatore della causa, il cardinale Beniamino Stella, e la vicepostulatrice Stefania Falasca.

Nel corso della beatificazione, la postulazione farà dono al Santo Padre di un reliquiario con una reliquia del nuovo beato. Per partecipare alla celebrazione i biglietti gratuiti dovranno essere richiesti alla Prefettura della Casa Pontificia, mentre tutti i vescovi e i sacerdoti che desiderano concelebrare e i diaconi che desiderano assistere, dovranno registrarsi direttamente al sito: biglietti.liturgiepontificie.va

La sera precedente, sabato 3 settembre 2022, alle ore 18.30, nella basilica di San Giovanni in Laterano si terrà la Veglia di Preghiera presieduta dal cardinale vicario Angelo De Donatis. La veglia in preparazione della beatificazione si svolgerà nella basilica che custodisce la Cattedra del Vescovo di Roma, della quale Giovanni Paolo I prese possesso il 23 settembre 1978. Il momento di preghiera sarà animato da canti e letture di brani del magistero di Giovanni Paolo I. Per la partecipazione non occorreranno biglietti; l’ingresso sarà libero.

Ancora, la Messa di ringraziamento per la beatificazione di Giovanni Paolo I si svolgerà invece domenica 11 settembre 2022 nella diocesi di Belluno-Feltre. La celebrazione avrà luogo alle ore 16 nella piazza di Canale d’Agordo, con la partecipazione dei vescovi e delle rispettive comunità delle tre sedi episcopali nelle quali il nuovo beato aveva svolto il suo ministero sacerdotale ed episcopale: patriarcato di Venezia, guidato da monsignor Francesco Moraglia; diocesi di Belluno-Feltre, guidata monsignor Renato Marangoni; diocesi di Vittorio Veneto, guidata da monsignor Corrado Pizziolo. A presiedere la Messa sarà monsignor Moraglia, metropolita della provincia ecclesiastica di Venezia. Per le informazioni a riguardo il riferimento è il sito della diocesi: chiesabellunofeltre.it/

«L’apertura della causa ha consentito l’acquisizione delle fonti – spiega Falasca –, un lavoro di ricerca che è durato un decennio. La custodia del patrimonio delle carte, lo studio sistematico dell’opera e del magistero di Luciani oggi è portato avanti dalla Fondazione Vaticana Giovanni Paolo I». Istituita 17 febbraio 2020 da Papa Francesco, la Fondazione ha lo scopo di approfondire la figura, il pensiero, gli insegnamenti di Albino Luciani – Giovanni Paolo I e promuovere lo studio dei suoi scritti.

11 luglio 2022